Trading online, come scegliere i migliori corsi di forex?

Il miglior modo per entrare nel mondo del trading forex online, soprattutto per chi non sia un esperto della materia, è quello di affidarsi ai corsi di formazione che negli ultimi anni stanno spuntando come funghi sia online che dal vivo.

La differenza è nella forma e nella sostanza perché quelli fruibili via web sono frequentabili da tutti e in qualsiasi orario, ma soprattutto nella stragrande maggioranza dei casi sono gratuiti – oppure comportano una spesa molto ridotta – mentre quelli live hanno bisogno della presenza fisica e sono quasi sempre a pagamento, con prezzi che possono arrivare anche a 1000 euro per un paio di giornate.

Questo ovviamente dipende moltissimo dal personale docente che impartisce il corso. Per cui al crescere dell’esperienza del docente aumenta di conseguenza il costo del corso.

E allora partiamo proprio dai corsi forex a pagamento per spiegare come funzionano in generale: si tratta di sedute dedicate alla formazione che si svolgono spesso in sale congressi o strutture similari in modo da poter contenere un buon numero di persone, e puntano ad insegnare alcune delle strategie base del forex che possono essere applicate fin da subito, anche se in realtà alla fine del seminario chi l’ha frequentato torna a casa senza poter contare sull’aiuto di un tutor che lo accompagni poi online.

Da questo punto di vista molto apprezzati sono i conti forex demo, che consentono di fare pratica senza, però, rischiare ingenti perdite.  Si tratta per lo più di demo gratuite, attraverso le quali trader novelli possono prendere confidenza con la terminologia e gli strumenti del forex.

Differente invece è il discorso dei corsi forex online: possono essere seguiti comodamente da casa propria o in qualsiasi posto che garantisca una connessione internet e un terminale (fisso, portatile, tablet o altro, consistono in più lezioni durante la settimana nelle quali vengono illustrate e insegnate le tecniche di base e le strategie, si possono fare delle domande in diretta al relatore riguardo un argomento e approfondire quello che non si è compreso durante le lezioni precedenti.

Tutte le strategie per investire nel forex si fondano su una base economica, ma nessuna può garantire che non ci siano perdite. Quindi bisogna diffidare di chi presenta il trading forex come un investimento sicuro al 100% e che non comporta nessun rischio.

Come sono strutturati normalmente i corsi online di forex? Essendo in gran parte dedicati ad un pubblico che non ha molta dimestichezza del mercato azionario locale e mondiale, partono normalmente da lezioni di tecnica nelle quali vengono illustrati i termini che vengono più utilizzati durante le operazioni di trading, le quotazioni, come funzionano gli ordini, quali sono i compiti di un broker, come lievitano le valute, quando conviene comprare e vendere.

Ci sono poi lezioni dedicate agli aspetti teorici, come le statistiche, gli  indicatori e le strategie applicate agli indicatori e lezioni per gli aspetti pratici, ossia come applicare gli indicatori e analizzare i grafici.

Gli esperti invece consigliano di diffidare dai forum finanziari che rischiano soltanto di confondere le idee e indirizzare chi non è del settore verso corsi e operatori non affidabili.

Come già anticipato, i corsi on line sono strutturati in modo totalmente diverso dai corsi in aula e in presenza. Spesso, tramite tutorial è possibile esercitarsi e, in molti casi, rivolgere al tutor le domande o chiedere un approfondimento di alcune tematiche che non si sono ben assimilate.

Mai come in questo caso, comunque, la pratica è ciò che fa la differenza. Ed è per questo che vi invitiamo, dopo un corso forex, ad aprire un conto demo per poter toccare con mano le potenzialità di questo mercato finanziario.